20/04/2017 14:49

Milan, Zapata: "Non so come ho preso la palla. Yonghong Li si ricorderà il mio nome"

Il difensore è tornato a parlare dopo il gol contro l'Inter allo scadere



MILAN ZAPATA DERBY / E' lui il protagonista del momento in casa Milan. Cristian Zapata, autore del gol che ha permesso ai rossoneri di pareggiare all'ultimo secondo contro l'Inter, è tornato su quei momenti: "Non so come l'ho presa - ammette il colombiano ai microfoni di 'MilanTv' - Mi son buttato e ho visto che la palla è entrata. Forse stinco poi piede, tutto. Queste sono le partite in cui lottiamo di più ed ero carico. Penso di aver concluso una partita bella in gran modo. Aveva sognato un gol così? No, sicuro non l'avevo mai sognato. Ogni giocatore sogna una cosa simile. Sono fortunato e sono felicissimo".

GOL STORICO - "Questo mi motiva ancora di più a lavorare e continuare su questa strada. Sperando che la storia sia ancora più ampia. Maglia numero 97? Vediamo, ho il 17 perché è il giorno in cui è nata mia figlia".

CRESCITA - "Dopo tanti mesi di infortunio quando sono tornato la squadra stava facendo molto bene. Dovevo avere pazienza e lavorare per l'occasione che è arrivata. Mi sento in un ottimo momento, però bisogna sempre migliorarsi ogni volta. Obiettivi? Siamo sulla strada per poter arrivare all'obiettivo di tornare in Europa".

MAGLIA AL PRESIDENTE - "Son contento, almeno si ricorderà il mio nome (ride, ndr.)".

M.S.



Commenta con facebook