19/04/2017 17:52

Calciomercato Roma, da Emery a Di Francesco: ecco il borsino della panchina

Il club giallorosso è alla ricerca del sostituto di Spalletti


E.T.

PANCHINA ROMA / La Roma ha quattro centri di potere (Roma, Boston, Londra, Siviglia) dove si lavora per trovare il sostituto di Luciano Spalletti. I paradossi restano però principalmente due: la scelta di calciomercato è affidata soprattutto a Franco Baldini, consulente di Pallotta senza un incarico ufficiale, e la lista (eccessivamente) variegata. Troppi i profili sondati, senza una coerenza tattica e/o progettuale. L'idea della Roma - rafforzare la rosa anche con l'innesto di alcuni giovani (leggi Pellegrini e Kessie) in grado di poter crescere accanto ai big - non si sposerebbe infatti alla perfezione con alcuni profili contattati. Così, si passa dal sogno Conte (accarezzato durante un colloquio tra Baldini e lo stesso tecnico del Chelsea) fino al promettente Eusebio Di Francesco. Nel mezzo dell'elenco figurano poi sempre Sarri, Gasperini, Mancini (l'unico libero) ed Emery. Tre manager con altrettanti sponsor. Il tecnico del Napoli piace infatti molto allo stesso Baldini, ma strapparlo a De Laurentiis è un'impresa impossibile: il patron azzurro ha dimostrato più volte di non voler concedere aiuti alle dirette concorrenti. L'allenatore del Psg è segnalato, invece, direttamente dal ds giallorosso in pectore, Monchi. Ma, seguendo le ultime indicazioni di Trigoria, il pool di dirigenti vorrebbe un profilo italiano. Un tecnico di casa o uno che conosca bene la serie A.

Panchina Roma, Di Francesco in rimonta

Escludendo quindi Gasperini che si è autoeliminato ormai da qualche settimana ("Non voglio essere una seconda o terza scelta"), i segnali di calciomercato Roma portano a Sousa e Di Francesco. Il primo in uscita dalla Fiorentina e alla ricerca di una sistemazione, il secondo sotto contratto con il suo club. Tuttavia, l'ex giallorosso può contare sulla parola del patron Squinzi, pronto a liberarlo - nonostante le dichiarazioni di facciata - in caso di chiamata di una grande società. E la Roma, più della Fiorentina, è in cima alla sua lista. La stessa società viola si è tutelata bloccando Pioli. Un segnale che conferma la possibilità di vedere un ritorno di Di Francesco a Roma da allenatore: l'ennesimo, della gestione americana, dopo quelli di Zeman e Spalletti.

 

 

 

 



Commenta con facebook