14/04/2017 13:41

Pescara-Juventus, Allegri: "Giocano Dybala, Mandzukic e Higuain. Sul Barça..."

Il tecnico bianconero interviene in conferenza stampa


Alessio Lento (@lentuzzo)

PESCARA JUVENTUS ALLEGRI / Dopo la notte stellare di Champions League, la Juventus torna concentrata sul campionato e riparte dalla trasferta di Pescara per continuare la sua marcia verso lo scudetto. Alla vigilia del match, il tecnico Massimiliano Allegri interviene in conferenza stampa per fare il punto sulle ultime news Juventus. Calciomercato.it riporta per voi, in diretta le dichiarazioni dell'allenatore che esordisce con un pensiero sul Milan: "Vorrei fare un saluto al Presidente Berlusconi, che ha scritto un pezzo di storia del calcio italiano. Un doveroso saluto al Presidente e a Galliani che mi hanno permesso di allenare il Milan".

Pescara-Juventus: Allegri su formazione, rinnovo Dybala e Champions 

FORMAZIONE - "Vi dico che giocheranno Dybala, Mandzukic e Higuain. Il dubbio è tra Benatia e Rugani, Barzagli gioca così come Neto, Cuadrado è in dubbio. Khedira riposa. Kean? Non è a posto fisicamente, anche se si sta allenando. Quella di domani è una partita che vale tre punti quindi bisognerà esserci con la testa, la partita più importante è sempre la successiva. Il Pescara in questo momento sta bene e corre. E gioca per dare schiaffi all'avversario, non è una squadra che subisce" 

CHAMPIONS - "Dopo la partita di martedì col Barcellona, è normale che ci fosse questa ondata di entusiasmo. Ed è questo il momento più pericoloso, ci vuole equilibrio. La prima partita è andata bene, a Barcellona sarà un altro match e dovremo giocare meglio dell'andata. I ragazzi lo hanno subito capito, un conto è l'entusiamo e un altro l'esaltazione. L'equilibrio è la forza di una grande squadra, questo porta ad ottenere successi".

RINNOVO DYBALA - E' di ieri la notizia più importante di calciomercato in casa Juventus: il rinnovo fino al 2022 di Paulo Dybala, splendido protagonista in Champions con la doppietta rifilata al Barcellona di Luis Enrique. "Mi hanno fatto piacere le sue parole ma i meriti sono suoi e non miei. Io gli ho dato solo indicazioni per farlo crescere. Diventerà insieme a Neymar una stella mondiale".



Commenta con facebook