20/03/2017 11:55

Calciomercato, da Allegri a Spalletti e Pioli: come cambiano le panchine in Serie A

Sarà un'estate rovente per gli allenatori. Dalle big alle piccole, previsti tanti cambi


Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

CALCIOMERCATO SERIE A ALLENATORI / Si preannuncia un'estate rovente per il calciomercato Serie A. E non solo per quanto riguarda i calciatori. Con l'avvicinarsi del finale di stagione e, dunque, della sessione di calciomercato, a tener banco è soprattutto la possibile rivoluzione delle panchine italiane. Da Allegri a Pioli passando per Spalletti, Sarri e Montella: tanti club in Serie A potrebbero cambiare allenatore in vista del prossimo campionato dando vita ad un vero e proprio effetto domino

Calciomercato, da Allegri a Spalletti e Sarri: le big si rifanno?

Rivoluzione che non lascia indifferenti neanche le società di vertice. Anzi. Proprio dalla vetta della classifica potrebbe innescarsi tutto il meccanismo. Primo in campionato e nelle voci il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri. Non che la dirigenza bianconera non voglia tenersi stretto l'allenatore involato verso il suo terzo scudetto consecutivo ed in piena corsa per una storica tripletta, ma le sirene estere lo tentano ed al momento nulla è da escludere. Intanto, nonostante le smentite da Barcellona ed il dietrofront dell'Arsenal che secondo voci inglesi starebbe pensando alla conferma di Wenger, la proprietà juventina si cautela e pensa alle possibili alternative: da Paulo Sousa a Di Francesco passando per la suggestione Diego Simeone. E senza dimenticare la clamorosa ipotesi Luciano Spalletti.

Sì, perché il futuro dell'allenatore della Roma è ancor più nebuloso. Risale a poco più di una settimana fa, infatti, la 'frecciata' (con dietrofont in seguito) direttamente dagli Stati Uniti da parte del presidente Pallotta nei confronti di Spalletti, al centro delle questioni trattate dal numero uno del club giallorosso anche ieri sera all'Olimpico' dopo Roma-Sassuolo, dove Pallotta ha tuonato in diretta tv ed in zona mista: "Il futuro di Spalletti? Perché dovremmo rivelare qualcosa che non è stata ancora decisa?". Parole alle quali fanno eco le dichiarazioni dello stesso allenatore, in scadenza di contratto a fine stagione, che dopo aver attaccato nuovamente i giornalisti aggiunge: "Si parla sempre del mio contratto che non conta niente. Se si vince, bene. Se perdi, fuori e dai spazio a quelli bravi. Di Francesco si è già offerto, lo ha detto lui". Ecco, Di Francesco. Proprio il timoniere del Sassuolo è in corsa anche per la panchina dei giallorossi, che però valutano pure Vincenzo Montella e Gian Piero Gasperini che vola verso l'Europa con la sua Atalanta.

Intanto, a Napoli, i rapporti tra presidente e allenatore restano alquanto precari. Dopo le bordate di De Laurentiis in occasione del doppio confronto di Champions League col Real Madrid, i due si sono incontrati a Roma raggiungendo una sorta di 'pace a tempo'. A fine stagione però, nonostante gli ottimi risultati degli azzurri, Maurizio Sarri potrebbe cambiare aria e per la panchina del Napoli, come raccontato da Calciomercato.it, è spuntata anche la candidatura di Leonardo Semplici, tecnico della rivelazione Spal in Serie B.

Calciomercato, da Pioli a Montella: se raggiungere l'obiettivo non basta

Anche a Milano la situazione è tutta in divenire. Da un lato l'Inter di Stefano Pioli, che col cambio in panchina marcia a ritmi quasi da scudetto, ma la zona Champions League rimane comunque lontanissima e la conferma dell'allenatore, nonostante le dichiarazioni di stima da parte del direttore sportivo Piero Ausilio non più tardi di due giorni fa ed il grande affetto dei tifosi, resta in bilico. I passi falsi negli scontri diretti costano caro nella corsa al terzo posto e potrebbero far cambiare idea ai vertici di Suning, che sognano sempre un top alla guida della squadra e continuano a pensare a Conte e Simeone. Per Vincenzo Montella al Milan, invece, la situazione è ancor più intricata. Tutta 'colpa' degli acquirenti cinesi, che ora minano anche le certezze dello stesso tecnico: tanto che senza garanzie sui piani dei probabili nuovi proprietari starebbe meditando l'addio.

Calciomercato, Sousa e gli altri: quante panchine pronte a cambiare

Ma non solo le prime della classe. L'estate di rivoluzione coinvolgerà tantissime altre squadre di Serie A. A partire dalla Fiorentina, che è ormai pronta a salutare Paulo Sousa. Anche qui in corsa c'è Eusebio Di Francesco che sfida Giampaolo della Sampdoria e Maran del Chievo. Al Sassuolo, intanto, valutano Massimo Oddo e Ivan Juric, mentre Cagliari e Bologna si separeranno con ogni probabilità da Rastelli e Donadoni



Commenta con facebook