17/03/2017 15:53

Calciomercato Fiorentina, Corvino: "Su Bernardeschi unità di intenti. Borja Valero-Cina..."

Il dirigente viola ha fatto il punto anche sul futuro di Sousa



FIORENTINA CORVINO / Intervenuto a 'Lady Radio', Pantaleo Corvino, direttore generale dell'area tecnica della Fiorentina ha fatto il punto sul calciomercato Fiorentina del futuro, analizzando anche l'attuale stagione: "A Firenze si cerca di andare oltre le proprie possibilità, sognando anche. Firenze ha tifosi che hanno un enorme amore per la squadra. La squadra si riflette nella città, il pubblico non va mai deluso. Occorre parlare in maniera chiara e noi lo siamo. Il giorno che sono tornato ho detto di essere tornato per vincere. Lo voglio fare per la gente e anche per me ma c'è un passaggio fondamentale: il club aveva uno squilibrio forte dal punto di visto economico. Adesso possiamo ripartire in maniera equilibrata".

In primo piano nell'annata viola c'è il rapporto tra società e Sousa: "Non è l’allenatore che ho scelto ma quello che ho trovato ed era giusto ripartire con lui se lui avesse dimenticato il passato per fare una stagione importante. Ci siamo tolti delle soddisfazioni ma abbiamo anche fallito dei traguardi. Negli ultimi anni la Fiorentina ha fatto grandi annate, ci sta una fase intermedia in cui devi prendere atto delle cose per capire cosa potrà succedere. A fine lo faremo e ripartiremo per tornare dove siamo stati per tanto tempo, in Europa. Era giusto ripartire da questa squadra e da Sousa". 

Calciomercato Fiorentina, Corvino su Bernardeschi e Chiesa

Corvino non può non affrontare il tema calciomercato, parlando del futuro allenatore e di cosa si farà con i gioielli come Bernardeschi e Chiesa: "Allenatore? Serve riflettere, siamo concentrati sul presente. Bernardeschi e Chiesa sono le nostre punte di diamante per quanto fatto a livello giovanile. Su Bernardeschi abbiamo detto con più comunicati qual è la situazione, c'è unità di intenti di andare avanti. Le parole del ragazzo vanno in questa direzione, noi come società dobbiamo anche guardare al collettivo. Ci metteremo a sedere per parlare insieme. Chiesa lo abbiamo blindato e ci abbiamo creduto".

Sui possibili futuri acquisti Milenkovic e Vlahovic, Corvino dice: "Siamo interessati a questi ragazzi, non sono nostri giocatori. In futuro saranno grandi giocatori, noi comunque restiamo concentrati sul presente. Costruiremo una Fiorentina con mix di giovani ed esperti. Lavoreremo per fare una squadra competitiva,  per il piazzamento dipende anche da cosa vogliono fare gli altri. Borja Valero in Cina? Non è vero. Del futuro ne parleremo al momento giusto".

Archiviato il mercato, si torna al presente e alla contestazione dei tifosi: "Le delusioni sono figlie dell'amore, in questo caso nei confronti della squadra. La famiglia Della Valle è legata a Firenze, il presidente lo è in maniera morbosa. Hanno fatto sacrifici e ne faranno altri, lo testimonia il progetto del nuovo stadio. Lavoro dando il meglio di me, a volte riesco a fare cose buone e altre no. Europa League? Ci credo, nelle ultime partite abbiamo anche subito degli degli episodi che ci hanno condizionato ma abbiamo preferito non lamentarci. Siamo a 7 punti dalla coppa, senza alcuni di questi episodi e senza le tre competizioni saremmo stati senz’altro attaccati al treno per l'Europa".

B.D.S. 



Commenta con facebook