16/03/2017 14:00

Torino-Inter, Pioli: "Icardi sarà capocannoniere. Il derby alle 12.30 è giusto"

Il tecnico nerazzurro incontra i media a due giorni dalla trasferta piemontese


Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

TORINO INTER PIOLI / Non sono ammessi passi falsi. L'Inter deve provare a vincere tutte le partite che restano fino al termine della stagione per tentare di raggiungere l'obiettivo terzo posto che vale i preliminari di Champions League. Dopo la goleada all'Atalanta, i nerazzurri sono attesi dalla difficile trasferta in casa del Torino. A due giorni dalla trasferta piemontese, il tecnico Stefano Pioli ha parlato delle news Inter nella consueta conferenza stampa. Calciomercato.it la seguirà per voi in tempo reale.

Torino-Inter, Pioli 'snobba' Belotti: "Icardi sarà capocannoniere"

MODULO - "Sento che stiamo vivendo un momento positivo e che stiamo lavorando per proseguire. Poi il sistema di gioco non conta, conta la determinazione e l'intensità e queste situazioni le ho viste bene inserite nella nostra settimana di lavoro".

BANEGA - "Che Ever sia un giocatore di qualità e che sappia trovare spazi che poi ci possono permettere di semplificarci in fase offensiva sì, è vero. È stato bravo e deve continuare a lavorare con caparbietà. Credo che ora stia bene, non solo lui, ma tutti noi dobbiamo essere determinati e concentrati per la prossima gara che è difficile".

FORMAZIONE - "Non spiego mai le mie scelte perché la squadra sa che devo scegliere il meglio per la gara. Stanno tutti bene, sono tutti disponibili e sono volenterosi. Ho tanta tanta qualità e questo rende le scelte difficili, ma c'è ancora tempo e vedremo cosa scegliere. Il Torino è una squadra forte, servirà una prestazione d'alto livello".

TORINO - "E' una squadra che tra le mura amiche ha segnato tanti gol, da tenere in grande considerazione e da rispettare, consapevoli comunque delle nostre qualità. Hanno armi importanti e dobbiamo tenerlo in considerazione".

DERBY ALLE 12.30 - "Capisco la domanda perché è una partita importantissima, però vorrei pensare solo alla prossima gara. Dico solo che di giorno abbiamo giocato pochissime volte di a San Siro. E se di notte fa effetto, a me di giorno piace tantissimo. Stiamo parlando di una partita di livello mondiale. Facendo così potranno vederla tante persone in più".

AFFETTO DEI TIFOSI - "Sicuramente mi ha emozionato, però non può che rendermi ancora più attento per il lavoro che dobbiamo fare adesso. C'è ancora tanto da fare e da lavorare, passa tutto dalle prossime gare e dalla voglia di essere squadra dall'inizio alla fine, questo è il nostro unico obiettivo".

CHAMPIONS LEAGUE - "Rimonta fattibile? NOn dobbiamo far l'errore di pensare al derby o al Napoli, dobbiamo pensare una partita alla volta cercando di vincere, che è l'unica cosa che dobbiamo fare".

MONACO-CITY - "Ausilio è fortunato che può viaggiare per andare a vedere bei posti, io sono stato a casa e l'ho vista dal divano. Obiettivi di mercato? Non l'ho ancora sentito, adesso vedremo".

ATTESTATI DI STIMA - "Ho sempre cercato di essere me stesso, sia nel lavoro che nei rapporti e certi attestati li ho sempre avuti. Non puoi piacere a tutti, e quindi ho avuto anche qualcuno che non era d'accordo con i miei modi di fare, ma l'importante è lavorare e credere in quello che fai. Ripeto dal primo giorno che ho trovato un gruppo intelligente e con valori importanti non solo dal punto di vista tecnico".

BROZOVIC - "Lo considero un giocatore di qualità ed intelligente, un centrocampista completo. Per me i giocatori bravi non hanno posizioni fisse da occupare in campo".

TERZO POSTO - "Noi abbiamo guardato la classifica dell'anno scorso e la soglia Champions era ad 80 punti, per come si sta correndo adesso si potrebbe alzare e quindi è chiaro che dobbiamo fare qualcosa di eccezionale. Possiamo farlo solo vincendo tante partite, con grande rispetto per l'avversario e pensando una partita alla volta. Abbiamo la mentalità giusta per continuare, testa solo sul Torino ora".

SUNING E FUTURO DELLA PANCHINA - "Sono concentrato sul lavoro e sul presente. Credo che lavorando bene ora possiamo raggiungere buoni risultati e costruire qualcosa per ottenere qualcosa di ancora più importante in futuro".

CLASSIFICA CANNONIERI - "Vedo avanti Icardi, perché è molto molto forte. Anche Belotti sta facendo molto bene, ma credo che Mauro abbia capacità per essere ancora capocannoniere. E' sempre determinante anche quando non segna, contiamo molto su di lui".

STAGIONE - "Credo che ogni valutazione la faremo solo a fine anno. Penso che continuando a questo ritmo faremo qualcosa di molto importante. Non abbiamo un calendario facile, ma allo stesso tempo ci dà l'opportunità di avere degli scontri diretti che possono valere tanto. Dovremo presentarci a questi scontri con la classifica migliore possibile".



Commenta con facebook