15/03/2017 22:49

PAGELLE E TABELLINO DI MONACO-MANCHESTER CITY: Fabinho stellare, Sané non basta

Un gol di Bayakoko al 77’ regala l’inattesa qualificazione al Monaco, il City e Guardiola sono fuori


Davide Ritacco

PAGELLE E TABELLINO DI MONACO-MANCHESTER CITY PROMOSSI E BOCCIATI – Il Monaco di Jardim elimina la corazzata di Guardiola. Di Bakayoko il gol qualificazione dopo la rete di Sané ma sono Fabinho e Mbappé i grandi protagonisti. Aguero sprecone.

 

MONACO

Subasic 6,5 – Veloce, attento e sicuro soprattutto nelle uscite. Si fa perdonare il brutto match dell’andata.

Sidibé 7 – Come all’andata spinge tantissimo sulla sua corsia. A destra comanda lui finché la benzina non finisce.

Raggi 7 – Una gara maiuscola, d’esperienza e di classe. Ha di fronte Aguero e non ha di fianco Glik ma per lui non è un problema e gioca alla grande. Non è un caso che uscito lui il City segni. Dal 70’ Touré 6 – Il suo ingresso in campo è coinciso con il gol di Sané ma non è certo colpa sua. Si difende come può.

Jemerson 6,5 – Per un’ora non ha accusato nessuna sbavatura ma ad Aguero è bastato aumentare i giri del motore per lasciarselo alle spalle.

B. Mendy 7 – Primo tempo sontuoso, da pendolino. Nella ripresa, come all’andata, il ritmo cala com’è normale che sia altrimenti non sarebbe umano.

Fabinho 7,5 – E’ il migliore in campo. Attacca quando il forcing del Monaco è al massimo, segna cavalcando il sogno della qualificazione, difende quando c’è da stringere i denti.   

Bakayoko 7 – Sembrava stanco, abbattuto dopo aver lottato come un leone ma poi arriva il gol che fa decollare il voto e il suo match.  

Lemar 6,5 – Tecnica e classe a disposizione della squadra. E’ indubbio che il ragazzo abbia talento ma deve stare più dentro la partita. Ottima gara ma a volte sparisce un po’.

Bernardo Silva 6,5 – Primo tempo divino: dribbling, assist e giocate pazzesche. Poi si risveglia il City e la sua stella si oscura leggermente ma non ha appena ha le possibilità si illumina nuovamente.

Germain 6,5 – Ha la grande responsabilità di sostituire in extremis Falcao. Grande forza fisica e volontà di sacrificarsi per la squadra. Non sarà appariscente come il colombiano ma ha la stessa voglia del compagno di squadra. Dal 91’ Dirar s.v.

Mbappé 7 – Diciassette gol in 21 presenze. Un futuro già scritto nell’olimpo del calcio. Il giovane franco-camerunense sta dimostrando tutte le sue enormi, qualità e potenzialità. Dal 81’ Moutinho s.v.

All. Jardim 7,5 – Ha compiuto la storia è stato ad un passo dall’eliminazione ma nei 180’ non può certo dirsi che al cospetto del grande City, del grande Guardiola, sia stato inferiore. Ha meritato la qualificazione. Non è un successo da poco e in questa Champions resterà lo spettacolo offerto dal suo Monaco. Il futuro è roseo anche se incerto.

 

MANCHESTER CITY

Caballero 6 – Qualche grande intervento intervallato anche da qualche uscita insicura. Tre gol subiti sui quali non c’è molto da fare.

Sagna 5,5 – Errori evidenti, dalla sua parte galoppano Mendy e Bernardo Silva. E’ in difficoltà anche se prova a riprendersi nella ripresa.

Stones 5,5 – Questa volta non c’è Falcao a metterlo in difficoltà ma Mbappé è uno spauracchio indecifrabile ed infatti non riesce a fermarlo.  

Kolarov 5 – Buca l’interventi sul gol di Fabinho. La scelta di schierarlo centrale da parte di Guardiola vale lo stesso errore di mettere Fernandinho terzino sinistro all’andata.

Clichy 5 – Tiene in gioco Mbappé sul primo gol e non sempre è attento quando le ali velocissime del Monaco gli svolazzano di fianco.

Fernandinho 5,5 – Prova ad arpionare ogni pallone che transita per il centro, peccato per lui che la maggior parte dei palloni vanno sugli esterni. In mezzo al campo ci sono solo i caterpillar di Fabinho e Bakayoko.

Sterling 6 – Un guizzo, l’unico in tutto il match per poco non portava la qualificazione del City. Da una sua serpentina con tiro annesso nasce il gol di Sané.  

Silva 6 – Apprezzabile la sua classe nella ripresa quando, schierato da trequartista puro, mette in difficoltà il Monaco. Peccato abbia giocato solo 45’.

De Bruyne 5 – Non si è praticamente mai visto. Sparito dal gioco troppo presto chiuso nella morsa del centrocampo francese. Nervoso e impacciato, non incide.

Sané 6,5 – Segna il gol che poteva valere la qualificazione e per almeno 20’ minuti è indemoniato. Poi la doccia gelata di Bakayoko gli fa spegnere ogni ardore.

Aguero 5 – E’ la delusione della serata. E’ vero, ha giocato da leader caricandosi la squadra sulle spalle nei momenti più difficili ma proprio in quei momenti ha sbagliato due occasioni che da uno del suo calibro non ci saremmo mai aspettati.

All. Guardiola 5 – Per la prima volta in carriera lascia la Champions agli ottavi. C’è una prima volta per tutto e ci ha messo anche del suo affinché ciò capitasse. Fernadinho terzino all’andata e Kolarov centrale al ritorno sono forse errori irripetibili. Nessun cambio per tutto il match.

 

Arbitro: Rocchi 6,5 – Conduzione di gara convincente. Il primo gol di Mbappè è regolare, Clichy tiene in gioco il francese. Giusto annullare il gol al 16’ ancora a Mbappé, il fuorigioco è netto. La gestione dei cartellini è corretta nonostante qualche protesta per un doppio giallo non arrivato per De Bruyne ma nel complesso bella prova.

 

TABELLINO

MONACO-MANCHESTER CITY 3-1

MONACO (4-3-3): Subasic; Sidibé, Raggi, Jemerson, B. Mendy; Fabinho, Bakayoko, Lemar; Bernardo Silva, Germain (dal 91’ Dirar), Mbappé (dal 80’ Moutinho). A disp.: De Sanctis, Jorge, Cardona, Diallo. All.: Jardim

 MANCHESTER CITY (4-1-4-1): Caballero; Sagna, Stones, Kolarov, Clichy; Fernandinho; Sterling, Silva, De Bruyne, Sané; Aguero. A disp.: Bravo, Zabaleta, Navas, Delph, Otamendi, Touré, Iheanacho. All.: Guardiola

 

Arbitro: Rocchi (ITA)

Marcatori: 8’ Mbappé (MO), 29’ Fabinho (MO), 71’ Sané (MC), 77’ Bakayoko (MO)

Ammoniti: 11’ Sagna (MC), 58’ De Bruyne (MC), 59’ Bakayoko (MO), 75’ Sterling (MC),89’ Germain (M), 92’ Lemar (MO)

Espulsi:

 



Commenta con facebook