11/03/2017 14:45

Napoli-Crotone, Sarri: "Lamentele a Torino? Può darsi che siamo tutti pazzi"

Ecco le parole del tecnico azzurro alla vigilia del match



NAPOLI CROTONE CONFERENZA SARRI / Nella giornata di domani il Napoli sfiderà al 'San Paolo' il Crotone, pronto a tornare alla vittoria dopo la sconfitta contro il Real, trovando i tre punti dopo quelli ottenuti a Roma. Il tecnico Sarri si presenta in conferenza stampa, rompendo il silenzio stampa per commentare le ultime news Napoli. Ecco quanto evidenziato da Calciomercato.it:

"Per la crescita l’esperienza , forte, contro il Real è stata positiva. Un’esperienza di crescita forte che spero ci abbia lasciato un po’ di incazz*****. Il clima della partita era quello di essere soddisfatto per la prestazione, ora il rischio è di non avere l’entusiasmo per avergli tenuto testa e non essere arrabbiati per l’eliminazione. Io spero che i miei ragazzi. Noi dobbiamo scendere in campo sempre con la determinazione di dover vincere. Obiettivi? Io penserei solo a domani perché dopo  la Champions è sempre difficile ritrovare energie mentali e psicologiche". 

MILIK - "Titolare? Non lo so, vediamo l’allenamento di oggi. Ieri la sensazione visiva era di un buon recupero da parte di alcuni giocatori. Oggi valuteremo la situazione complessiva".

PROBLEMA PICCOLE - "Non penso sia un problema solo nostro. La Roma ha lasciato dei punti così, la Lazio ha perso in casa col Chievo. Il nostro è un campionato così, il divario tra le nostre squadre non è così elevato, eccezion fatta per la Juventus: le squadre di media classifica sono molto organizzate e più difficili da affrontare rispetto a delle medie francesi o spagnole".

INFORTUNI - "Quest’anno in certe situazioni siamo stati sfortunati. Certo l’infortunio di Milik ci ha permesso di scoprire Mertens in un ruolo diverso, però ci ha privato di un’arma importante. Ora è guarito ma non è disponibile al 100%. E’ evidente che la sua condizione non può essere quella pre-infortunio. Questo fa parte della normalità: l’anno scorso abbiamo avuti pochi episodi negativi, quest’anno no”.

CHAMPIONS - “Bastano 23 punti? Non lo so. Dobbiamo andare avanti partita dopo partita. Il resto è conseguenza. Più riusciamo ad andare agli obiettivi delle singole partite, più arriveremo ad un classifica di alto livello”.

GOL SUBITI - “Più dispiaciuto per i gol di Ramos o per quello subito a Roma? Quando prendi gol il dispiacere c’è sempre. Gli inserimenti di Strootman sono una caratteristica della Roma così come la pericolosità di Roma ne è una del Real Madrid. In fisicità non possiamo migliorare, in aggressività però sì”.

DIFFERENZA AVVERSARI - “Come si passa a livello mentale da Real a Crotone? Bisogna sapere, quando ti metti la maglia, che c’è un obiettivo da centrare. Se è una squadra con le p**** farà una grande partita anche contro il Crotone”.

CALLEJON - “Prima punta? No, non può farla. Non è un ruolo che esaltare le sue caratteristiche al massimo”.

JUVENTUS-MILAN - “Non lo so, io ieri sera sono stato tutta la sera con un mio amico nuovo, si chiama Ciro e non abbiamo guardato la partita. E’ un cane problematico: siamo stati in giardino tutta la sera! Perché si lamentano tutti a Torino? Non lo so, può darsi siano tutte squadre di pazzi o che ci siano episodi. Non lo so, non faccio il presidente degli arbitri. Lui continua a dire che sono i più forti del mondo". 

 

D.G.



Commenta con facebook