05/03/2017 22:47

PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-LAZIO: Immobile irrefrenabile, Mirante evita il peggio

Un’altra doppietta del bomber biancoceleste firma i tre punti europei della Lazio, Bologna in crisi


Davide Ritacco

PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-LAZIO PROMOSSI E BOCCIATI – La Lazio parte forte e risponde alle milanesi. Immobile non si ferma più, Milinkovic-Savic è il perno di centrocampo mentre nel Bologna difesa disastrosa e squadra nettamente in difficoltà anche dal punto di vista mentale. Dzemaili e Mirante non bastano, Donadoni a rischio.  

 

BOLOGNA

Mirante 6,5 – E’ l’unico ad opporsi in modo degno alle offensive biancocelesti. Evita almeno altri due gol oltre a quelli subiti. Non facile metterci sempre una toppa se gli attaccanti si presentano sempre liberi al tiro.

Oikonomou 5,5 – Il pacchetto difensivo rossoblù commette molti errori e lui ne fa parte in pieno lasciando spazi immensi a Immobile. Ma dei tre è l’unico che prova a fare di più.

Maietta 5 – Si fa superare dal lancio di Lulic lasciando un spazio letale ad Immobile. La sua gara non decolla e il bomber trova anche la doppietta. E’ stato recuperato in extremis e forse non era al top.

Helander 5 – Si perde Immobile sul gol e non chiude sul secondo gol. Ha provato a fermarlo in altre occasioni ma è sembrata più una rinuncia dell’attaccante più che un suo merito.  

Krafth 5,5 – Il centrocampo della Lazio non fa nulla di straordinario per metterlo in difficoltà. Sbagli molti appoggi e non si inserisce mai.

Dzemaili 5,5 – E’ il giocatore più incisivo del Bologna nonché il goleador e questo fa capire quanta fatica faccia in attacco la squadra di Donadoni. Ci ha provato anche stasera ma con scarsa fortuna.

Viviani 5 – Deludente in regia, in affanno in recupero. Anche sui calci piazzati (la sua specialità) non fa una bella figura. Dal 75’ Pulgar 5,5 – Prova a mettere ordine in mezzo al campo e fare maggiore filtro ma il Bologna è troppo scoraggiato.

Nagy 5 – Impalpabile. Pressing demotivato e sfiduciato. Non crea quasi i presupposti per impostare come un’azione degna di nota.

Masina 5 – Gara sottoritmo, soffre le scorribande di Basta che lo costringe a difendersi. Ma è anche mentalmente scarico ne è prova un fallo laterale eseguito in maniera imbarazzante. Dal 77’ Krejci s.v.

Verdi 5,5 – Non ha trovato mai la posizione esatta in campo, ama allargarsi per poi accentrarsi ma questa sera è rimasto troppo statico dietro la punta. Dal 62’ Destro 5 – Con il suo ingresso Donadoni prova ad aumentare il peso in attacco ma perde in qualità e il Bologna non ne trae beneficio.  

Petkovic 4,5 – Fallisce una clamorosa occasione nel primo tempo, l’unica, un errore che pesa sul giudizio finale anche perché per il resto non si è mai visto.  

All. Donadoni 4,5 – E’ allarme rosso a Bologna. La serie di sconfitte (4 consecutive) non accenna a placarsi e la squadra adesso non sembra nemmeno più reagire. Le motivazioni sono ormai sotto i tacchi e la salvezza se pur a distanza non è certa. Urge trovare rimedi per evitare la stagione del 201

 

LAZIO

Strakosha 6,5 – Giovane sì ma altrettanto sicuro. Il ragazzino venuto dall’Albania non solo sta sostituendo alla grande Marchetti ma sta confermando quanto di buono si dice sul suo conto.

Basta 6,5 – Spinta continua sulla destra, arriva spesso sul fondo creando i giusti presupposti per mettere in difficoltà il Bologna.

De Vrij 6 – Gara agile e facile da controllare per un difensore della sua classe ed esperienza. Bene in chiusura ma anche in impostazione.

Hoedt 6 – Come per il collega di reparto viene chiamato alla normale amministrazione e non commette errori evidenti.

Radu 6 – Verdi inizialmente sembra partire dalla sua parte ma lui lo mette subito in riga e l’attaccante del Bologna si allunga in altre zone.

Parolo 6 – Dopo l’ottimo derby tira un po’ il fiato ma come sempre è presente in area a fari spenti. E’ l’uomo in più di Inzaghi.  

Biglia 6 – Gara ordinata con qualche lancio illuminante. Deve lasciare il campo ad inizio ripresa per l’ennesima noia muscolare. Dal 54’ Murgia 6,5 – Non era facile entrare a freddo  invece lui lo fa con personalità e giocando una buona partita.

Milinkovic-Savic 7 – Movimenti senza palla perfetti e continui. Meno esplosivo rispetto al derby vinto in settimana ma resta comunque una pedina fondamentale per lo scacchiere di Inzaghi, suo l’assist per il 2-0. Dal 80’ Wallace s.v.  

Felipe Anderson 6 – Come al solito la sua gara è contraddistinta da alti e bassi. Stasera più bassi che alti ma alcune sue accelerazioni fanno male al Bologna. Dal 68’ Keita 6 – L’avvicendamento questa volta non produce sussulti. Anche lo spagnolo prova qualche accelerazione bruciante ma nulla più.

Immobile 7 – Ancora in gol, contro una delle sue vittime preferite, il Bologna appunto. Il bomber biancoceleste tocca quota 16 gol in campionato. Oltre ai gol anche tanto lavoro sporco e ripartenze fulminee.

Lulic 6,5 – E’ suo l’assist per il primo gol di Immobile. Tanta corsa e buona qualità. Dalla sua parte la Lazio ha un appoggio facile e sicuro.

All. Inzaghi S. 6,5 – Stasera la Lazio ha vinto con il minimo sforza grazie anche ad un Bologna in crisi ma resta la continuità di una squadra in fiducia e con un allenatore che sa cambiare anche in corsa. Partite del genere dimostrano la maturità di un gruppo che è pronto a lottare per l’Europa ad armi pari.   

 

Arbitro: Russo 6,5 – Conferma l’ottimo periodo di forma. Il gol di Immobile è regolare, l’attaccante è nettamente in gioco. Qualche piccola sbavatura come quando non ammonisce Anderson per aver proseguito l’azione nonostante il fischio ma il buon senso in alcuni casi non guasta. Pochi cartellini e gara sempre in pugno.

 

TABELLINO

BOLOGNA-LAZIO 0-2

Bologna (3-5-1-1) Mirante; Oikonomou, Maietta, Helander; Krafth, Dzemaili, Viviani (dal 75’ Pulgar), Nagy, Masina; Verdi; Petkovic. A disp.: Da Costa, Sarr, Mbaye, Rizzo, Di Francesco, Taider, Donsah, Sadiq, Krejci, Destro. All.: Donadoni.


Lazio (4-3-3) Strakosha; Basta, De Vrij, Hoedt, Radu; Parolo, Biglia (dal 54’ Murgia), Milinkovic-Savic (dal 80’ Wallace); Felipe Anderson (dal 68’ Keita), Immobile, Lulic. A disp.: Vargic, Adamonis, Bastos, Lukaku, Mohamed, Crecco, Lombardi, Luis Alberto, Djordjevic, Keita. All.: Simone Inzaghi

Arbitro: Russo di Nola

Marcatori: 9’, 74’ Immobile (L)

Ammoniti: 64’ Maietta (B), 72’ Dzemaili (B), 72’ Keita (L)

Espulsi: 



Commenta con facebook