04/03/2017 14:36

Atalanta-Fiorentina, Sousa: "I giocatori credono in me. Futuro? Penso al presente"

Il tecnico portoghese ha parlato anche di Bernardeschi: "Ha dimostrato leadership"



ATALANTA FIORENTINA SOUSA CONFERENZA STAMPA / Vincere per superare la crisi. Con questo intento la Fiorentina si presenterà domani allo 'Stadio Atleti Azzurri d'Italia' per affrontare un'Atalanta lanciatissima. "La Fiorentina arriva alla gara di domani come sempre, prepariamo la partita per vincerla ed avere entusiasmo", ha spiegato Paulo Sousa nella consueta conferenza stampa della vigilia. "Andiamo in una piazza che vive con grande entusiasmo e merita tutto quello che sta facendo - ha proseguito - questo ci deve dare più gioia, con voglia di vincere e consapevoli di quello che sappiamo fare migliorando i nostri errori che ci sono costati punti. L’Atalanta ha qualità e sta dimostrando grandi cose, faccio i complimenti a Gasperini per come si sta comportando". Di seguito i passaggi più importanti: 

MANCANZA DI UN LEADER - "Per me loro sono i migliori e hanno margini di crescita, devo motivarli e renderli più forti e consapevoli. Bernardeschi e Ilicic? Ilicic si è allenato ieri, Bernardeschi no ma ha dato sempre la sua disponibilità perché è un valore aggiunto della società. Ha giocato due partite dopo aver fatto le infiltrazioni, ha voglia di aiutarci e onorare la nostra maglia: questa è leadership”.

GIOVANI - "In tutte le squadre dove ho allenato non ho mai fatto distinzioni tra giovani e meno giovani, ma tra chi può aiutarci a vincere e chi no. Spero di dare minuti ad Hagi in questo finale di stagione”.

BABACAR E CHIESA - "Come tutti gli altri Baba può partire dall’inizio o giocare a gara in corso. Sta lavorando molto bene, sta crescendo anche a livello tattico e percepisce sempre meglio la complessità del gioco. Non intende il calcio solo per sé stesso. Chiesa? E' naturale che quest'anno abbia trovato spazio, ha qualità calcistiche e umane. La mia filosofia è quella di far crescere i giocatori per fargli prendere le decisioni migliori, con personalità e continuità di crescita e affermazione".

CRISI - "Qualcuno mi rema contro? Quello che vedo in campo è una garanzia: i giocatori credono in quello che proponiamo e ci provano al massimo in campo. Non vedo qualcuno che rema contro. Il mio futuro? Non posso fare un'analisi sul mio percorso in viola. Io sono concentrato sul presente, per cercare di vincere il più possibile insieme ai ragazzi".

D.G.

 



Commenta con facebook