02/03/2017 13:04

Pescara, Zeman: "Non so se è la mia ultima tappa. Potevo prendere Shevchenko alla Roma"

Il boemo parla a 'Premium Sport' in vista della sua panchina numero 1000 tra i professionisti



PESCARA ZEMAN / Un traguardo straordinario per Zdenek Zeman, che sabato contro la Sampdoria festeggerà la sua panchina numero 1000 tra i professionisti. Ed ai microfoni di 'Premium Sport' il tecnico del Pescara racconta: "Non sono emozionato, mi sembra di aver iniziato ieri con le panchine tra i professionisti e poi ne avrò fatte altre 500 tra dilettanti e settore giovanile. Rimpianti della mia carriera? No, forse potevo andare prima all'estero, c'erano degli interessamenti dalla Spagna per me ma ero impegnato e non si è concretizzato niente. Il giocatore più grande che ho allenato? Totti, è facile. Avremmo potuto prendere Shevchenko alla Roma e non l'abbiamo preso. Peccato perché era un giocatore che avrebbe potuto farci fare la differenza. Pescara ultima tappa della mia carriera? Ora sono a Pescara e penso al Pescara, poi si vedrà. Poi dipende anche dai presidenti, tanti mi hanno scartato perché vecchio ma io spero di fare ancora qualcosa di positivo".

L.P.



Commenta con facebook