02/03/2017 00:13

Napoli, Quagliarella a 'Le Iene': "Passato per infame. Sarebbe bello tornare"

L'attaccante si racconta dopo la condanna della persona accusata di stalking nei suoi confronti



NAPOLI STAKING QUAGLIARELLA / Fine di un incubo. Fabio Quagliarella si racconta dopo la notizia della condanna a 4 anni e otto mesi di reclusione per la persona accusata di stalking nei suoi confronti: "Sono passato per l'infame della situazione e  passarlo davanti alla propria gente fa male - ammette l'attaccante della Sampdoria ai microfoni de 'Le Iene Show' - Ogni volta, ogni viaggio che dovevo tornare a Napoli, cercavo di nascondermi, di camuffarmi, cappelli, occhiali... per evitare che qualcuno ti dicesse qualcosa. Perché fa male.. Dici 'Cosa ho fatto di male che mi devo nascondere?'. Alcuni miei amici mi dicevano 'Dai, andiamo a farci un giro in qualche locale' e dicevo “No”. Con ciò io ci tengo sempre a dire che non è che tutta la gente è così, perché non vorrei che passasse una brutta immagine della mia Terra. Anzi, il napoletano ha un cuore che se fossero tutti come noi, sarebbe tutto molto meglio, no? Però faceva male. Io non potevo andare da nessuna parte, non mi potevo godere la mia gente. Perché potevi sempre beccare qualcuno che ti diceva la parolina. Poi sai, una te la tieni, due te le tieni... Ho sofferto per tanti anni per colpa di una persona che non so cosa gli sia passato per la testa".

 

PASSAGGIO ALLA JUVE - "'L'ha fatto per soldi'. Assolutamente non è vero. I soldi li guadagnavo al Napoli come li ho guadagnati poi alla Juve. È stata dura perché a casa i miei di notte dormivano con l'ansia, perché arrivavano telefonate a casa. Ti immaginavi già capitano del Napoli, poter vincere qualcosa, non lo so... perché poi ti immaginavi che la squadra diventasse sempre più forte, come lo è ora. Ora è uno squadrone, quindi, poter essere uno di quelli... quindi ora pensando a questa vicenda, credo che se non ci fosse stato tutto questo, io a quest’ora sarei ancora lì a giocare, sicuramente. Sarebbe stato bello poter fare il capitano".

SOGNO - "Se il Napoli ti richiamasse? Sarebbe bello. Per me sarebbe già solamente bello se mi richiedesse. Solo se passasse per la testa di un mio ritorno, sarebbe già bello. Poi le trattative sono altre cose".

Fabio Quagliarella ha inoltre aggiunto di essere molto felice alla Sampdoria.

M.S.

 



Commenta con facebook